ECTS E DIPLOMA SUPPLEMENT - SUPPLEMENTO AL DIPLOMA

Il sistema ECTS – acronimo inglese del Sistema europeo per l’accumulazione ed il trasferimento dei crediti accademici – ed il Diploma Supplement rappresentano i due pilastri fondamentali per la costruzione dello Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore finalizzato alla promozione della mobilità, all’accrescimento dell’occupabilità, all’attrazione di studenti e docenti dall’Europa e da altre parti del mondo, all’innalzamento della competitività su scala internazionale.
IL SISTEMA ECTS
L’ECTS è un sistema per l’accumulazione ed il trasferimento dei crediti incentrato sullo studente e basato sulla trasparenza dei risultati e dei processi di apprendimento. Il sistema intende facilitare la progettazione, l’erogazione, la valutazione, il riconoscimento dei corsi e dei periodi di studio ed agevolare la mobilità studentesca.

I crediti ECTS

I crediti ECTS si basano sul carico di lavoro richiesto agli studenti per conseguire i risultati di apprendimento attesi. I risultati di apprendimento descrivono quanto gli studenti dovrebbero conoscere, comprendere ed essere in grado di fare dopo aver concluso con successo un determinato processo di apprendimento. Il carico di lavoro indica il tempo di cui gli studenti hanno generalmente bisogno per svolgere tutte le attività di apprendimento (partecipazione alle lezioni e ai seminari, realizzazione di progetti ed altri lavori, studio individuale ed esami) richieste per il raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi.
A tal proposito il  DPR  212/05  dispone:  "Il  Credito  Formativo  Accademico  (CFA)  è  la  misura  del  volume  di  lavoro  di apprendimento,  compreso  lo  studio  individuale,  richiesto  ad  uno  studente  in  possesso  di  adeguata preparazione  iniziale  per  l'acquisizione  di  conoscenze  ed  abilità  nelle  attività  formative  previste  dagli ordinamenti didattici dei corsi di studi (art.1)". Per definizione, quindi, i crediti ECTS/CFA si basano sui tempi di apprendimento (piuttosto che di insegnamento) e sui risultati dell'apprendimento (piuttosto che sui contenuti dei piani di studio), intesi non solo come conoscenze ma anche come abilità.
In conformità al sistema europeo, il DPR 212/05 attribuisce ad ogni anno di studio a tempo pieno il valore convenzionale  di  60  crediti.  Inoltre,  attribuisce  a  ciascun  credito  il  valore  di  25  ore  di  impegno  dello studente, per un totale di 1500 ore annue. Il carico di lavoro di un programma di studio a tempo pieno in Europa equivale nella maggioranza dei casi a 1500-1800 ore all’anno ed in tali casi un credito rappresenta un carico di lavoro variante dalle 25 alle 30 ore.

Uso dei crediti ECTS

I crediti sono attribuiti sia ad interi corsi di studio che alle singole unità formative che li costituiscono (ad esempio, gli insegnamenti, il tirocinio, la preparazione della tesi, le attività di laboratorio). Il numero di crediti attribuito a ciascuna unità riflette il suo peso in termini del carico di lavoro richiesto per il raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi in un contesto formale.
In quanto sistema di accumulazione, il sistema di crediti italiano richiede l'accumulazione di 180 crediti  per  il conseguimento del Diploma accademico  di primo livello  e  di  120  crediti  per  il  conseguimento  del  Diploma  accademico  di  secondo  livello,  secondo  le indicazioni dei Regolamenti Didattici dei Corsi di studio.
Come previsto in ECTS, anche nel DPR 212/05 "i crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell'esame o di altra forma di verifica del profitto prevista dal regolamento didattico (art. 6/4)".
I crediti sono quindi acquisiti dai singoli studenti dopo la conclusione delle attività di apprendimento richieste da un corso di studio a carattere formale o da una sua unità formativi. I crediti possono essere accumulati per l’ottenimento di un titolo di studio, secondo le modalità previste dall’istituzione che rilascia tale titolo. I crediti acquisiti in un corso di studio possono essere trasferiti ad un altro corso di studio, offerto dallo stesso o da un altro istituto.

Conversione votazione esami di profitto e di laurea

Per quanto riguarda il trasferimento dei crediti, il DPR 212/05 - in analogia ai principi europei - chiarisce che "il riconoscimento totale o parziale dei crediti acquisiti da uno studente, ai fini della prosecuzione degli  studi  in  altro  corso  della  stessa  istituzione  o  in  altre  istituzioni  dell'alta  formazione  artistica  e musicale  o  università  o  della  formazione  tecnica  superiore  di  cui  all'articolo  69  della  legge  17  maggio 1999, n. 144, compete alla istituzione che accoglie lo studente, con procedure e criteri predeterminati stabiliti nel rispettivo regolamento didattico (art. 6/5)".
Nell'art. 6/7 dello stesso DPR 212/05 esiste anche un esplicito riferimento alla possibilità di riconoscere come CFA anche conoscenze e abilità professionali maturate nella specifica disciplina.
Ai fini del riconoscimento, la Tabella dei voti ECTS consente un’interpretazione e conversione dei voti semplice e trasparente da un sistema o contesto a un altro. La Tabella crea uno snodo tra sistemi di votazione e culture differenti nell’ambito dello Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore e anche oltre i suoi confini. La Tabella dei voti ECTS consente alle Istituzioni AFAM, infatti, di assicurare il corretto trasferimento e il riconoscimento dei voti ottenuti dagli studenti in mobilità all’estero e permettendo di superare le differenze esistenti tra i sistemi di valutazione nazionali, ostacolo alla creazione dello Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore.
Il MIUR, unitamente alla CRUI e all’Agenzia ERASMUS+ ha predisposto, per la realizzazione delle tabelle ECTS, le Linee Guida per le Istituzioni AFAM. Le Tabelle ECTS rappresentano delle tabelle statistiche in cui è indicata la scala dei voti (degli esami di profitto e di laurea) e la percentuale di studenti, appartenenti ad un determinato “reference group”, che ricevono i singoli voti riportati.
Tabelle ECTS adottate dal Conservatorio di Pescara con delibera n.  del Consiglio Accademico nella seduta del
IL DIPLOMA SUPPLEMENT
Il Diploma Supplement (DS) è una certificazione integrativa del titolo di studio ufficiale conseguito al termine di un corso di studio presso una università o un istituto di Alta Formazione.  Il DS fornisce una descrizione della natura, del livello, del contesto, del contenuto e dello status degli studi effettuati e completati dallo studente secondo un modello standard in 8 punti, sviluppato  per iniziativa della Commissione Europea, del Consiglio d'Europa e dell'UNESCO. Il supplemento al diploma garantisce la trasparenza e facilita il riconoscimento accademico e professionale dei titoli.

Nell’anno 2013 la Commissione Europea ha assegnato al Conservatorio il Label (2013-2016) per l’adeguato utilizzo del Diploma Supplement. 

Il DS viene rilasciato, senza costi aggiuntivi e nella doppia versione in lingua italiana e inglese, a tutti gli studenti del Conservatorio di Musica "Luisa D'Annunzio" che conseguono un Diploma Accademico di I o II Livello e che ne facciano richiesta.


The Diploma Supplement is issued in a widely spoken language, and given automatically and free of charge to every student of the Conservatorio di Musica Luisa D'Annunzio upon graduation in accordance with the model developed by the European Commission, Council of Europe and UNESCO.

 ________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Area webmaster

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Riferimenti